Il progetto LIFE+ U-SAVEREDS prevede una specifica azione “Squirrels@school” di educazione ambientale rivolta agli alunni e alle alunne, ai loro insegnanti, dei Comuni di Perugia e Corciano e agli operatori dei Centri di Educazione ambientale dell’Umbria.
L’educazione ambientale, così come la comunicazione, diventa centrale per sensibilizzare i cittadini – soprattutto quelli più giovani – sull’importanza della biodiversità e sulla necessità della rimozione delle specie invasive e per promuovere azioni e comportamenti virtuosi in difesa della biodiversità.
Infatti l’educazione ambientale è un processo che contiene momenti formativi, informativi, di comunicazione e d’azione concreta sul territorio. Consente la comprensione di quanto ci circonda, della complessità del sistema delle relazioni ambientali, delle connessioni tra natura e attività umane; è importante per individuare i modi attraverso cui salvaguardare e sviluppare le risorse nell’ambiente e in natura. L’educazione ambientale è lo strumento attraverso il quale è possibile aiutare i cittadini presenti e futuri a rendersi protagonisti sempre più critici, attivi e capaci di decodificare le informazioni e i dati ambientali.

Obiettivi dell’azione Squirrels@school
– informare correttamente gli alunni sui problemi relativi alla salvaguardia della biodiversità e le criticità che derivano dalla presenza delle specie autoctone;
– fornire strumenti di analisi e conoscenza sulla qualità della biodiversità nel nostro territorio;
– promuovere comportamenti e azioni virtuose e responsabili nei confronti della natura e della biodiversità;
– avvalersi del contributo dei ragazzi e dei bambini per veicolare le informazioni nelle famiglie e nel contesto sociale di provenienza.

LE ATTIVITÀ PREVISTE DALL’AZIONE SQUIRRELS@SCHOOL

1. Attività formativa rivolta ai docenti e agli educatori dei centri di Educazione ambientale del CRIDEA
Il corso di formazione per i docenti, valido come aggiornamento docenti riconosciuto dal MIUR (DM 177/2000, Direttiva n.90/2003) è stato organizzato con la collaborazione del CRIDEA (Centro Regionale Informazione Documentazione Educazione Ambientale), ha avuto una durata di 20 ore di formazione articolate in 4 incontri, di cui 14 ore di attività laboratoriali sul campo, per scoprire l’habitat dello scoiattolo rosso attraverso diverse attività didattiche che i docenti possono riproporre ai propri alunni,  3 ore di progettazione didattica volte all’acquisizione di riferimenti metodologici, strumenti e elementi operativi di base per l’ideazione e conduzione di laboratori e attività educative e successive 3 ore di approfondimento su specifici aspetti del Progetto Life “U-Savereds”.

2. Attività educativa rivolta alla scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado
L’attività educativa è svolta durante l’anno scolastico 2015/2016 ed è destinata alle classi che hanno aderito al progetto (scuole materne, primarie e secondarie di primo grado del Comune di Perugia).
Il percorso didattico è articolato in tre incontri, ognuno della durata di circa 2 ore e le singole attività sono modulate a seconda della fascia di età. E’ previsto un incontro preliminare con ogni docente referente per definire al meglio le modalità di lavoro in base alle esigenze della classe.

Finalità formative del percorso
– promuovere il rispetto e la conservazione della biodiversità, elemento fondamentale per il mantenimento della vita sulla Terra;
– generare la consapevolezza che l’uomo è parte integrante dell’ambiente da cui dipende e su cui influisce (sviluppo sostenibile);
– acquisire una coscienza ecologica.

Obiettivi educativi
– conoscere lo scoiattolo rosso e l’habitat in cui vive;
– capire che cosa si intende per biodiversità, perché è importante salvaguardarla e da cosa è minacciata;
– apprendere il significato dei termini “autoctono” e “alloctono”;
– comprendere i cicli della natura e le relazioni tra le componenti di un ecosistema;
– imparare a lavorare in gruppo;
– esprimere la propria creatività;
– promuovere la pedagogia dell’imparare facendo: il bambino e il ragazzo apprende tramite l’esperienza diretta e che è tramite di ogni intervento educativo.

3. Attività educativa rivolta alle scuole secondarie di 2°grado
Le attività educative per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado verranno svolte durante l’anno scolastico 2016/17 così da avere una maggiore quantità di dati e risultati da presentare ed consentire quindi il coinvolgimento degli studenti nelle attività di monitoraggio dello scoiattolo rosso (azione D.1) che verrà condotta a partire da gennaio 2017.